sabato 19 settembre 2020

Healthcare sotto gli occhi di tutti

Sarà importante valutare e selezionare i singoli titoli.
La situazione mondiale sta portando un apprezzamento generale dei titoli dell'industria sanitaria.
E' in atto una gara tra i produttori di farmaci per sviluppare un vaccino in tempi record, o trattamenti sanitari adeguati a contenere gli effetti del virus.
I progetti di vaccino nel mondo sono decine ma non tutti arriveranno al traguardo e la discriminante, per un buon investimento nel settore farmaceutico, sarà proprio questa, la sua creazione e commercializzazione. Ma lo sarà anche nel lungo periodo?
Le aziende che storicamente hanno passato indenni momenti di crisi sono quelle che hanno una produzione standard di farmaci. 
C'è il rischio che i benefici, dati dalla vittoria della gara al vaccino, siano solo nel breve periodo perché nessuno vieta alle altre aziende di continuare nello studio del vaccino e poi commercilizzarlo, magari anche a prezzi inferiori, per erodere fette di mercato ai concorrenti. 
Situazione diversa per quanto riguarda la creazione di nuovi farmaci per i quali l'azienda può vantare un'esclisiva dato che il brevetto dura 20 anni. 
Tutto questo per dire che prima di investire in una azienda del settore famaceutico bisogna farsi questa domanda: se non ci fosse la pandemia le azioni di questa azienda sarebbero interessanti lo stesso?

Nessun commento:

Posta un commento